Home > Attività sul territorio > Didattica > Incontro sul tema "L’informatizzazione del Catasto Gregoriano:...
01/02/2018

Incontro sul tema "L’informatizzazione del Catasto Gregoriano: uno sguardo sulle grandi trasformazioni urbanistiche della Roma ottocentesca. Risultati e nuove prospettive di ricerca"

Incontro sul tema "L’informatizzazione del Catasto Gregoriano: uno sguardo sulle grandi trasformazioni urbanistiche della Roma ottocentesca. Risultati e nuove prospettive di ricerca"
Tipologia: Iniziativa didattica

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Susanna Le Pera.

Hashtag: #educaroma

L'immagine che gli studiosi hanno di Roma è quella del luogo, per eccellenza, depositario di importanti valori artistico-architettonici, e meta di ogni viaggio, reale o intellettuale, che a quei valori voglia attingere. Ma proprio la straordinaria estensione del suo patrimonio e la altrettanto vasta - e non coordinata - diffusione delle relative fonti documentarie rende problematica, a chi voglia approfondirla, la conoscenza della città.
Per cercare di ovviare a queste difficoltà dall’incontro tra archeologi della Sovrintendenza Capitolina, architetti del Dipartimento di Studi Urbani dell’Università Roma3 e archivisti dell’Archivio di Stato di Roma, nacque, alcuni anni fa, l’ambiziosa idea di realizzare un Sistema Informativo Geografico (GIS) su Roma: sarebbe stato digitale e interattivo ed avrebbe raccolto e reso universalmente disponibili i documenti fino ad allora dislocati in molte sedi istituzionali diverse offrendo inoltre la possibilità di stabilire nuove interconnessioni fra la diverse serie documentarie.
La volontà era quella di offrire e realizzare una “fotografia” - un fermo immagine  - della città ottocentesca, che combinasse informazioni sociali, economiche e demografiche sull’uso dello spazio urbano, sugli edifici e sulle scelte architettoniche.
Nel 2004 l’idea prende corpo nel progetto “Descriptio Romae Webgis” (un nome che volutamente ricorda la quattrocentesca Descriptio urbis Romae, dell’architetto - umanista Leon Battista Alberti).
Di fronte, dunque, alla necessità di scegliere le fonti cartografiche cui far riferimento, si ritenne di fondare l’intero sistema su quel monumento di precisione ed eleganza che è la straordinaria pianta settecentesca di Giovanni Battista Nolli (1758), e sul “Catasto Urbano” o “Gregoriano”, il primo catasto generale dei fondi urbani della città di Roma. Realizzato a partire dal 1816 con il motu proprio di Papa Pio VII (Barnaba Chiaramonti, 1742 – 1823) era finalizzato all’imposizione di una tassa per la manutenzione delle strade e della cosiddetta “dativa”, termine che allora indicava l’imposta diretta sugli immobili.
La mappatura che ne risultò costituisce una ‘fotografia’ estremamente dettagliata di un’epoca in cui il processo evolutivo della città aveva raggiunto una sorta di “perfezione”, appena prima che tutto cambiasse con la nascita della nuova capitale del Regno d’Italia nel 1870.
Susanna Le Pera, Curatore Archeologo presso la Sovrintendenza Capitolina nel Servizio Territorio, Carta dell’Agro e Forma Urbis Romae in qualità di responsabile dell’ufficio che si occupa del territorio del I Municipio e del VI municipio. E’ responsabile dell’ufficio  Archivi Storici e Censimento Carta dell’Agro.
E’ responsabile del Progetto PO_ METRO-Agenda digitale di Roma dal titolo FORMA ROMAE.

Informazioni

Orario

Giovedì 1 febbraio 2018
ore 16.00

Durata: circa 90 minuti

Le date degli appuntamenti potrebbero subire variazioni che saranno indicate sulle pagine web della Sovrintendenza e del Sistema Musei Civici e comunicate tramite e-mail.

Biglietto iniziativa

Incontri gratuiti con prenotazione obbligatoria.
Per prenotare telefonare al numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
Numero di persone limitato a seconda dell'incontro.

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura- Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Informazioni e prenotazioni

Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Prenotazione obbligatoria: max 60 persone

Organizzazione

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Progetto a cura di Nicoletta Cardano

Il ciclo I luoghi della scienza a Roma. Collezioni e musei è ideato e curato da Federica Favino, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni - Sapienza Università di Roma.
Il ciclo La città delle donne: fonti e narrazioni è ideato e curato dalla Società Italiana delle Storiche.
Collaborano alla realizzazione del programma i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto della Sovrintendenza Capitolina “Educhiamo Insieme”.
Si ringrazia la Fondazione Primoli.

Attività correlate