Home > Attività sul territorio > Eventi > I martedì da Traiano
27/02 - 17/04/2018

I martedì da Traiano

I martedì da Traiano
Tipologia: Incontri

Dal 27 febbraio il primo ciclo di incontri pomeridiani aperti al pubblico con visita guidata alla mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa
Conferenza e visita guidata gratuita. Primo accesso con bigliettazione secondo le modalità vigenti. Chi parteciperà a più di un appuntamento dei "Martedì da Traiano" ha diritto al biglietto "ridottissimo" sempre secondo le modalità di accesso dei Musei in Comune. Per ulteriori info cliccate qui oppure chiamate il numero 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Informazioni

Orario

Calendario degli incontri:

Martedì 27 febbraio ore 15.45
Come sono stati costruiti i Mercati di Traiano? Tecnologia e competenze dei costruttori romani
Lucrezia Ungaro, funzionario responsabile del Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano, ci parlerà delle tecnologie e delle peculiarità del cantiere necessarie per la costruzione di questo monumento unico nel panorama romano.

Martedì 6 marzo ore 15.45
Privata Traiani domus. Meraviglia nascosta e ritrovata
Elisabetta Carnabuci e Federica Michela Rossi ci parlano di uno dei più importanti siti sotterranei di Roma: la Privata Traiani Domus. In occasione della mostra "Traiano - Costruire l'impero, creare l'Europa" sono stati realizzati filmati inediti che permettono di entrare in ambienti sotterranei, poco conosciuti e inaccessibili: è il risultato del lavoro condotto dagli speleologi dell'Associazione Roma Sotterranea, sotto la direzione della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, nell'ambito del più ampio progetto di studio e di valorizzazione del complesso monumentale noto come Privata Traiani domus, ritenuta una porzione della più ampia dimora privata di Traiano, abitata prima di diventare imperatore e ancora semi-sepolta sotto la Piazza del Tempio di Diana all'Aventino.

Martedì 13 marzo ore 15.45
Le meraviglie dell’Aqua Traiana: un monumento antico infrastruttura della Roma moderna
Francesco Maria Cifarelli e Marina Marcelli ci raccontano il loro lavoro di documentazione ed "esplorazione" dell'aqua Traiana, l'acquedotto costruito dall'imperatore nel 109, per l'approvvigionamento idrico della regione urbana di Trastevere.

Martedì 20 marzo ore 15.45
Non solo bagni: il complesso delle Terme di Traiano e le Sette Sale
Rita Volpe
Immensa deve essere stata l’ammirazione dei Romani che il 22 giugno del 109 d.C. (data dell’inaugurazione) misero piede per la prima volta nelle Terme fatte costruire dall’imperatore Traiano sul Colle Oppio, ad uso della popolazione della parte orientale della città. Si trattava di un complesso di dimensioni mai viste prima (oltre 60.000 metri quadri), con ambienti vasti, alti e riccamente decorati di marmi colorati e mosaici, il cui splendore era accentuato da un attento uso della luce, garantita dal particolare orientamento verso Sud-Ovest, che assicurava anche agli ambienti caldi una maggiore e più lunga esposizione al calore solare. Lavori e studi eseguiti negli ultimi venti anni, soprattutto nell’angolo sudoccidentale del complesso, hanno potuto arricchire la conoscenza del complesso, noto da resti monumentali, che sorgono oggi isolati nel Parco creato sul Colle Oppio nel 1936, dai disegni rinascimentali e da alcuni frammenti della Forma Urbis (la grande pianta marmorea degli inizi del III secolo d.C.).

Martedì 10 aprile ore 15.45
Panem et circenses. Il Circo Massimo di Traiano
Marialetizia Buonfiglio
Le manifestazioni che si tengono in età imperiale nel Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo di tutti i tempi, derivano dalle celebrazioni associate alle principali fasi dei cicli agricoli che fin dall'età regia si svolgevano nella valle Murcia, situata tra i colli Palatino e Aventino. Lo spazio circostante l’area centrale viene allestito in età repubblicana con impalcature lignee per permettere lo svolgimento dei giochi, i ludi, e di eventi di vario tipo: le processioni religiose e le corse dei carri, la pompa trionfale dei generali vittoriosi, le gare tra la gioventù romana, le cacce, gli spettacoli teatrali. Il primo edificio in muratura tuttavia viene costruito solo intorno alla metà del I secolo a.C. da Giulio Cesare, che allarga e sistema il fondovalle. Nel corso della prima età imperiale il monumento si ingrandisce e si arricchisce con nuove sistemazioni, ma subisce anche notevoli danneggiamenti dovuti ad incendi. All'inizio del II secolo il Circo viene ricostruito in forme monumentali da Traiano: l’edificio, lungo 600 m e largo circa 140 m, poteva ospitare circa 250.000 spettatori. Il carattere pubblico e l’importanza delle manifestazioni che si svolgevano nel monumento era tale che il Circo Massimo di Roma ha rappresentato anche il modello architettonico in gran parte riprodotto in tutto l’impero  persino nei suoi elementi originari come gli altari, l’obelisco, l’arco trionfale, le vasche.

Martedì 17 aprile ore 15.45
Abitare all’epoca di Traiano
Claudia Cecamore

Biglietto d'ingresso

L’ingresso agli incontri e la visita guidata della mostra sono inclusi nel biglietto della mostra.
Con il biglietto per il primo ingresso validato, sarà possibile accedere agli incontri successivi con il biglietto ridottissimo di € 2,00.

 

Altre informazioni

Documenti

Comunicato stampa (25,99 kB)
Locandina (3,93 MB)