Home > Roma antica > Monumenti > Cisterna della via Colombo

Cisterna della via Colombo

Cisterna della via Colombo

Il monumento fu scoperto alla fine degli anni Trenta, nel corso degli sbancamenti per la realizzazione della via Imperiale, quando la demolizione di un casale rivelò l'esistenza di un complesso agricolo più antico.

Nel 1940 furono individuate strutture di età romana al di sotto di un casale del XVIII secolo che venne demolito durante gli sbancamenti effettuati per costruire la via Imperiale (oggi via C. Colombo). I lavori per la loro completa messa in luce ebbero varie riprese per concludersi nel 1969; infine, nel 1991-1992, si provvide ad un intervento di restauro conservativo e di valorizzazione.

Sono oggi visibili due edifici a pianta circolare; il più grande, una cisterna costituita da muri concentrici in opera reticolata, rivestiti di cocciopesto (un impasto costituito da calce, sabbia o pozzolana e pezzami di laterizio di varie dimensioni, utilizzato per le opere idrauliche), presenta copertura a botte. L'altro edificio, di minori dimensioni e la cui destinazione d'uso non è chiara, è in opera laterizia.

Una scala di ferro permette, oggi, l'ingresso alla cisterna alla quale in antico si accedeva attraverso alcuni gradini in laterizio che immettevano in un ambiente trapezoidale,e coperto a botte, adiacente a un vano, privo di copertura, con pilastro centrale. Al di sotto di quest'ultimo corre un cunicolo coperto "a cappuccina" (tegole disposte obliquamente a formare un tetto) pavimentato con sesquipedali recanti bolli della prima età imperiale (mattoni quadrati di m 0,45 per lato). Questo era collegato all'ambiente soprastante mediante un canale destinato allo scarico dell'acqua in eccesso, rivestito in opus signinum (il particolare conglomerato utilizzato dai romani per impermeabilizzare).

Due corridoi anulari concentrici caratterizzano la cisterna: il più interno con volta a botte presenta dieci ambienti, comunicanti e disposti a raggiera; quello più esterno, più ampio, ha la volta divisa a in campate mediante cinque archi. 

La cisterna, databile al II secolo d.C., è parte integrante di impianti agricoli presenti nell'area e testimoniati da resti di un villa, scoperti sulla collinetta tra via Padre Semeria e via Padre Giuliani.

Informazioni pratiche

Indirizzo
Via Cristoforo Colombo 142
Orario

TEMPORANEAMENTE CHIUSO

Informazioni e prenotazioni

Accessibile al pubblico solo su prenotazione di gruppi in associazione

tel. 060608